Fabio Malfatti

... il sapere è un bene che si moltiplica condividendolo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

fabiomalfatti.it

Pregiudizi: Gli zingari rapiscono i bambini

E-mail Stampa PDF

Continuano ad apparire articoli su questo luogo comune, ma al momento non esistono casi accertati (periodo 1986-2007 rf., Tosi Cambini, 2008). Quello che invece abbiamo sono decine di 'scoop' giornalistici come riportato in  “Bambino rapito dagli zingari”. Una storia di ordinario razzismo e disinformazione" che gettano taniche di benzina fuoco del razzismo, per poi, compensare con un bicchierino d'acqua di smentita in terza pagian. Si perchè il ROm che rapoisce il bimbo va in prima, la notiza che poi non era vero va in trafiletto in coda agli annunci "AAAAAAAA Bellissima, completissima...."

Sottolineo, che non è mia intenzione essere 'buonista' o difendere l'indifendibile, come vengo spesso acccusato da persone 'esperte' che conoscono bene gli "zingari". Semplicemente mi baso su quanto colleghi ricercatori hanno pubblicato.  Ci sono persone che compiono atti delittuosi ed è giusto che vengano punite, ma mi oppongo alla associazione tra atti compiuti da individui e categoria: alcuni politici sono disonesti, ma non sono i politichi ad essere disonesti, lo sono le singole persone.

Da varie letture e seminari seguiti durante il periodo di studi, ricordavo che non era possibile trovare significative evidenze di questo fenomeno, mentre era frequente il fenomeno opposto, quello della sparizione dei bambini Rom e Sinti. Al tempo (parlo del post su Google+ del 22 Agosto 2012  ) presi spunto da un rticolo di Angelica Varga una ragazzina di 16 anni condannata per aver tentato di rapire bambina, nonostnate vi fossero grossi dubbi in tutta la documentazione e nel rapporto della polizia. Per fare una ricerca e leggermi un podi cose.

 Segnalo una ricerca di Sabrina Tosi Cambini sotto la supervisione di  Leonardo Piasere, noto antropologo tra i massimi esperti di Sinti e Rom: La zingara rapitrice. Racconti, denunce, sentenze (1986-2007).
Il libro è disponibile, ma per avere una idea dei contenuti è presente un esaudiente articolo dell'autrice su sul N.1 di ANUAC (Associazione Nazionale Universitaria Antropologi Culturali) Antiziganismo: strumenti interpretativi e fenomenologia contemporanea libero download PDF in Italiano!
Altra autorevole recensione sul libro Antizingarismo: strumenti interpretativi, (e più corta, dell'artiocolo citato sopra ) è di Tommaso Vitale, dell'Istituto Cattaneo.
Ultimo aggiornamento Sabato 22 Novembre 2014 12:30

Empatia: dalla metodologia alla quotidianità

E-mail Stampa PDF

empathy design 400x180L'empatia è un importante strumento metodologico per l'antropologo, ma è anche una utilissima pratica quotidiana, che ci può aiutare nel migliorare i rapporto con gli altri e a vivere una vita migliore.

Mi capita spesso di dover spiegare cosa fa un antropologo culturale per vivere. Non è semplice. A volte riesco a spiegare quello che faccio, a volte mi rendo conto che non ci riesco. Logicamente la maggior parte delle volte è dovuto alla mia incapacità di usare concetti semplici e condivisi altre volte mi rendo conto che si instaura una dinamica nella quale in realtà non ho intenzione di farmi capire, forse perché c'è stato qualcosa che mi ha seccato. Chissà...

Ma non è di questo che voglio parlare oggi, il tema è l'empatia, quello che considero uno strumento importante del nostro lavoro. L'immagine scelta illustra esattamente quello che spesso mi sono trovato a fare: descrivere un qualcosa da vari punti di vista. Quando si tratta di oggetti materiali come quello della figura, è tutto relativamente semplice, basta perdere l'omino, portarlo dall'altra parte e fargli vedere che da quel punto di vista è un 9 (o un 6).

Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Novembre 2014 11:43

Turismo, mutamento climatico e Antropologia

E-mail Stampa PDF

Cambiementi nell'optimum climatico e il turismo nei prossimi 70 anni (Ipotesi)Quali sono i cambiamenti che dobbiamo aspettarci nei prossimi anni nel settore del turismo in Toscana?

Per un paese come l'Italia, dove il turismo è una risorse importante, occorre comprendere come potrebbe cambiare il panorama nei prossimi 60 anni. Non sarà un cambiamento 'netto' dato che le variabilità stagionale 'naturale' del clima nelle aree mediterranee (per intendersi i naturali casi di freddo, caldo, siccità ecc.) è paragonabile agli estremi previsti nei cambiamenti climatici globali. Questo 'rallenta' molto la nostra reale percezione di mutamento. Ma il cambiamento c'è e porterà trasformazioni importanti nella vita di tutti e se iniziamo a pensarlo oggi, potremmo essere molto resilienti.

L'Unione Europea, con il progetto PESETA cerca di dare risposte ai vari settori economici. La figura sopra è una proiezione per gli anni 2071-2100 per gli optimum climatici legati al turismo estivo. E come vediamo, è possibile che la Toscana passi da Eccellente o molto buono ad accettabile. Un cambiamento non da poco, considerato che il Turismo estivo è una importante risorsa economica. Le scienze Demo-Etno-Antropologiche (o erroneamente indicate come Antropologia Culturale) possono daer grandi apporti per le strategie di  mitigazione e adattamento al mutamento climatico.

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Giugno 2017 07:10

opendata: Immagini satellite Italia

E-mail Stampa PDF

OpenData_E-geos_Italia#OpenData:opendata

Una grande notizia: da qualche settimana "e-GEOS, la società costituita da Telespazio (80%) e dall’Agenzia Spaziale Italiana (20%) specializzata nei servizi di osservazione della Terra, rende da oggi di libera utilizzazione i dati della sua piattaforma RealVista1.0. Enti pubblici e aziende potranno usufruire di questa preziosa banca dati costituita da immagini telerilevate dell’intero territorio italiano con risoluzione di 50 centimetri."

Per chi ha bisogno di utilizzare delle immagini liveramente senza dover sottostare al Copyright di Google o altr iprovider qusta è una vera e propria liberaziojne.  Potremo pubblicare senza dover imazzire per capire se possiamo farlo o meno.

Per gli usi commerciali è un enorme valore: quando spendiamo per acquisire immagini satelltari?

http://www.realvista.it/website/Joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=1:realvista1-0-da-oggi-diventa-open-realvista-it&catid=8&Itemid=101

Dettagli e apporfondimenti su e-GEOS  e immagini telerilevate Italia: http://blog.spaziogis.it/2014/03/03/un-post-di-50-centimentri/

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Aprile 2014 13:52

Futuro sostenibile, alimentazione e cambiamento climatico

E-mail Stampa PDF

Ancestrale_ieri_oggi_domani_IMG_2974 CC BY-NC-SA 3.0 IT by  Fabio Malfatti «Abbiamo perso il rapporto originario con il mondo che ci circonda. Storicamente gli antenati degli amerindi creavano i sistemi alimentari pianificandoli per 7 generazioni a venire, insegnando ad ogni generazione che era sua responsabilità assicurare la sopravvivenza della settima. Per far questo, cacciavano e raccoglievano unicamente quello di cui avevano bisogno, economizzando le risorse come il legname e l'acqua e proteggendo la biodiversità degli alimenti. Ma quando gli amerindi furono costretti ad assimilarsi, l'accesso storico a queste conoscenze nutrizionali andò perduto». (Martin Reinhardt,  articolo originale: greenreport.it )

Martin Reinhardt
Martin Reinhardt

Non pretendo 7 generazioni, ma già
Ultimo aggiornamento Sabato 29 Marzo 2014 16:17

Pagina 2 di 5

Notizie flash

Risolto: Problemi nel download di articoli

Mi scuso, ma per un piccolo errore di configurazione durante un aggioranmento, parte degli articoli e i documenti sono rimasti non accessibili agli utenti non registrati.

Il problema è stato risolto e ora tutti gli articoli sono nuovamente disponibili.